The Balancing Work logo - click for Home Page

EMF Balancing Technique, LatticeLogic, Il Simbolo, UCL Tai Ji, Yoga per "The Lattice", Reflections, Le Onde


La Natura del Lavoro

di Peggy Phoenix Dubro

Noi tutti abbiamo qualcosa di unico da offrire

Ogni singola vita ha la sua storia da raccontare, ed io sono convinta che le sfide che noi tutti fronteggiamo consistano nell’esprimere divinamente l’unicità della nostra storia e contemporaneamente riconoscere che siamo tutti connessi – siamo tutti una parte del tutto. Alcuni sono cantanti altri scrittori, altri ancora infermieri o medici – ognuno di noi esprime la divinità in un modo diverso. Nella nuova energia sono in molti a percepire queste dinamiche. In molti mi hanno confermato, in tutta sincerità, di sapere che possedevano in se stessi qualcosa di unico e di speciale da dare. E la mia risposta sincera li onora sempre con un “Sì!”. In effetti, noi tutti abbiamo qualcosa di unico da dare.

Ogni fase è come una sinfonia

Vorrei parlare della mia storia che è anche la storia del mio lavoro, l’EMF Balancing Tecnique, e di come questa tecnica si relaziona con la nostra sfida comune che consiste nel manifestare la divinità presente nella nostra storia in un contesto di unità universale. Per esprimere la visione della natura del mio lavoro, che si è sviluppato in un arco di 15 anni, userò una metafora. Ogni fase dell’EMF Balancing Tecnique è come una sinfonia. Ogni fase/sinfonia dell’EMF Balancing Tecnique è dedicata alla verità che ogni essere umano possiede in se stesso, qualcosa di unico e speciale da offrire; ogni fase/sinfonia è interamente dedicata al risveglio della verità insita in tutti coloro che scelgono di sperimentare questo lavoro. Ogni fase/sinfonia viene eseguita da un singolo musicista/operatore, che utilizza un singolo strumento, il corpo umano. Insegnanti e operatori EMF eseguono queste sinfonie ogni giorno, quasi ovunque nel mondo.

Quando l’orchestra suona

Quando un’orchestra suona la Nona Sinfonia di Beethoven, ogni musicista usa le stesse note e tutti i passaggi e movimenti vengono eseguiti nello stesso preciso ordine con il quale sono stati scritti. Durante le sessioni/sinfonie dell’EMF, la sequenza dei modelli energetici onora la totalità dell’essere umano e comunica con gli aspetti più nobili di ciò che significa essere un “essere umano”. Tanto maggiore è l’esperienza, la passione e il virtuosismo dell’operatore, tanto più potente ed emozionante sarà l’effetto della sessione. Proprio come l’ascoltatore risponde ad una performance musicale, allo stesso modo il cliente risponde ai modelli energetici della sessione. Le note musicali/movimenti non vengono modificati per rendere la sessione/sinfonia migliore o più potente, piuttosto è l’abilità e il virtuosismo dell’operatore/musicista che esegue ad evidenziare quegli elementi che conducono alla comunicazione dell’essenza del lavoro.

Per concludere con una nota perfettamente chiara – continuerò a fare del mio meglio per rendere la musica sempre più emozionante e potente.

Nell’Energia dell’Amore,
Peggy Phoenix Dubro