The Balancing Work logo - click for Home Page

EMF Balancing Technique, LatticeLogic, Il Simbolo, UCL Tai Ji, Yoga per "The Lattice", Reflections, Le Onde


Co-creare una vita più illuminata possibile

Un punto di vista energetico….
di Peggy Phoenix Dubro

Chi sei?

Chi sei … per pensare … di poter cambiare?

Chi sei … per pensare di poter cambiare … il tuo mondo?

Ho avuto il privilegio di porre questa domanda a molti gruppi di persone appartenenti a diverse estrazioni culturali. Facevo sempre questa domanda con grande rispetto nei confronti delle persone presenti. Ovunque nel mondo la risposta era sempre la stessa – un onda energetica a forma di otto ∞ (N:D:T. si riferisce esplicitamente al simbolo dell’infinito che si manifesta , per esempio quando due persone interagiscono tra loro armoniosamente) incoraggiava gli ascoltatori ad entrare ancor più in profondità fino a toccare un punto di quiete che va oltre le parole. Prima che ogni ascoltatore potesse raggiungere il suo punto di quiete profonda, la consapevolezza si muoveva attraverso gli strati della sua realtà con un’onda a forma di otto. Molte volte le persone mi hanno riferito di quanto fossero sorprese dei loro stessi pensieri e reazioni! Potete rivolgere queste domande a voi stessi in un momento di quiete per creare una postura energetica di introspezione.

Molti di noi sono convinti che abbiamo la capacità di fare la differenza nel mondo. Un’altra domanda che viene posta molto spesso è la seguente: “Se vuoi cambiare il mondo da dove inizi?” La risposta tradizionale è che cominci da te. Quando cominci a cambiare te stesso succede un fatto curioso. Influenzi il mondo che ti circonda e il modello energetico a forma di otto appare nuovamente. Il mondo che ti circonda risponde ed inizia a cambiare. Il modello energetico a forma di otto continua e diventiamo capaci di manifestare un nuovo livello di cambiamento. A un certo punto di questo processo la linea di demarcazione di chi o cosa ha iniziato il cambiamento comincia a svanire e quello che si manifesta è il desiderio di continuare a partecipare ancora di più. Questo è un modo meraviglioso di abbracciare la vita!

Alcuni pensano che per cambiare il mondo ci vorrebbe un miracolo. Vorrei condividere con voi la percezione di mio marito Stephen. Non c’è necessità alcuna da parte nostra di attendere un miracolo per poter cambiare il proprio mondo…. Il più grande miracolo della vita è già avvenuto e sei tu….Tu sei il miracolo!!! Nel momento in cui diventate maggiormente consapevoli della vostra vera natura – quella di essere un essere miracoloso che gioca un ruolo significativo nella creazione della propria realtà -, allora potete sentirvi maggiormente a vostro agio con l’idea che il cambiamento è inevitabile.

Mi rivolgo a voi in qualità di co-creatori consapevoli della vostra realtà , per prendere in considerazione il seguente postulato: come esseri umani abbiamo dato prova della nostra capacità di abbracciare il cambiamento nelle più disparate sfide ed in tutte le circostanze. La storia dell’umanità è traboccante di dolore, sofferenza e pene. Siamo diventati Maestri nell’arte di abbracciare il dolore. Mentre co-creiamo un nuovo paradigma per la nostra evoluzione personale accettiamo di fare un considerevole sforzo per abbracciare il cambiamento in un’atmosfera di inclusività, amore gioia e felicità.
Impariamo a diventare maestri nell’arte di abbracciare la gioia!

Provate a fare questo esercizio o meditazione: Rivolgete a voi stessi tre domande. Ditele a voce alta ascoltando i toni e le inflessioni della voce. Ripetete la stessa domanda per tre volte e ogni volta mettete l’enfasi su una parola diversa. Per esempio: chi sono io?....Chi sono io?....Chi sono io?... Chi sono io per pensare, eccetera. Quando vi fate le domande, osservate quello che sentite, immaginate o pensate di voi stessi. Se volete potete tenere un diario, con le date e le lezioni di vita che state imparando in quel momento. Un gentile promemoria: Tutto nella vita è una lezione da imparare e le lezioni possono essere gioiose!

Mi permettete un suggerimento?

Chi sono io?
…. Io sono un essere umano dotato di libera volontà.

Chi sono io per pensare di poter cambiare?
... ogni giorno, le scelte che faccio contengono il potenziale del cambiamento.

Chi sono io per pensare di cambiare il mondo?
... In quanto essere umano faccio parte dell’universo conosciuto. La mia esistenza influenza il mondo che mi circonda.

Stephen e Peggy Phoenix Dubro

Alcune idee sulle quali riflettere….

Chi sono io per pensare di non poter cambiare? Quanto amore e felicità sono pronto a dare? Quanto amore e felicità sono pronto a ricevere? Qual’è la natura del modello energetico a forma di otto che sto creando?

Riflessioni condivise…

Ci sono dei principi scientifici riguardanti l’interconnessione di tutte le cose e concernenti la reciproca influenza che tutti gli accadimenti hanno gli uni sugli altri. Non aspettiamo di avere la prova scientifica di essere esseri umani capaci e responsabili! Comportiamoci come se lo fossimo! E se non abbiamo ancora iniziato a farlo, cominciamo adesso e ora.

Dall’energia della Fenice (Phoenix) in me, all’energia della Fenice (Phoenix) in voi, accordiamoci sul mettere in pratica attenti e responsabili cambiamenti quotidiani nella nostra vita. Anche il più piccolo ed impercettibile cambiamento andrà ad influenzare il nostro futuro e quello del mondo.

Nell’Energia dell’Amore,
Peggy Phoenix Dubro